Smart Card

All'inizio semplice supporto di identificazione, la carta microchip giunge, poco a poco, allo statuto di computer da portafoglio meritando al passaggio, il nome americano di smart card. Il suo processore è passato da un'architettura a 8 bit ad una a 16, la sua capacità di memoria, limitata a 8 o 16 kbit, è stata estesa ad oltre 2 Mbyte grazie all'utilizzo di memoria di tipo Flash, inizialmente sulle carte Sim (Subsciber Identity Module) dei telefoni portatili. È del resto il settore della telefonia mobile ad essere stato il motore principale in termini di sviluppo di nuove applicazioni (autenticazioni, pagamento, supporto di informazioni) sulla carta microchip. Ciò fino all'arrivo del Wap, con il quale il server rimette le mani sulle applicazioni, e la carta microchip riprende il ruolo principale di autentificazione - poiché il telefono medesimo integra il micro-browser (navigatore light) di cui ha bisogno - con, tuttavia, la capacità di salvare informazioni relative alla parametrizzazione delle applicazioni.

Ti potrebbero anche interessare:

Nuovo Algoritmo di Google che vede oggetti nei video e nelle immagini

Google si fa gli occhi.

Si chiama Automatic Large Scale Video Object Recognition (Riconoscimento automatico su larga scala di oggetti video) il nuovissimo algoritmo gia brevettato da Google che avrebbe l'incredibile capacità di poter leggere direttamente nei video e nelle immagini.

Blog: 

Sezione Hosting per Drupal!

E' attualmente in sviluppo una sezione del sito interamente dedicata agli hosting per drupal, quindi hosting linux configurati e pensati appositamente per sfruttare al massimo delle risorse il nostro caro cms. La sezione sarà arricchita da classifiche, comparazioni e caratteristiche vincenti e non di ogni singolo provider e relativa offerta.
Blog: