Aggiungere filigrana ad un documento Word

Filigrane sono spesso utilizzati per fornire informazioni su un documento. Per esempio, possono essere utilizzati per dimostrare che un documento è una copia o di una bozza di lavoro.
Ma, è anche possibile utilizzare le filigrane agli abeti rossi di formattazione dei documenti. Utilizzare un'immagine come il vostro logo aziendale o il sigillo di aggiungere un aspetto più professionale ai vostri documenti.
Aggiunta di una filigrana di immagine è più facile di quanto si pensi. Basta seguire questi semplici passaggi:
  1. Aprire il nastro Layout di pagina
  2. Nella sezione Sfondo pagina, fare clic su Filigrana
  3. Selezionare Custom Watermark, recante l'elenco a discesa
  4. Fare clic su Picture Watermark
  5. Nella casella Filigrana stampata, fare clic su Seleziona immagine e passare alla tua foto
  6. Seleziona la foto e fare clic su Inserisci
  7. Word automaticamente ridimensionare l'immagine al documento. In alternativa, utilizzare la casella di scala per regolare le dimensioni dell'immagine manualmente
  8. Per schiarire l'immagine, selezionare Washout
  9. Quando hai finito di fare le modifiche, fare clic su Applica e OK
Se si desidera apportare modifiche alla filigrana, aprire la finestra Filigrana stampata nuovamente e apportare le modifiche.
Risorse per sviluppo: 

Ti potrebbero anche interessare:

Il Cifrario di Vernam e l’importanza della chiave

Come brevemente accennato sopra, un cifrario si basa su due presupposti: un algoritmo che definisce le regole per l’operazione di cifratura e per quella di decifratura, e una chiave che rende il risultato dell’applicazione dell’algoritmo parametricamente dipendente dalla chiave stessa. Ad esempio, nel codice di Cesare l’algoritmo è la regola di trasposizione letterale e la chiave è il fattore di trasposizione (1..25).

Risorse per sviluppo: 

SET (Secure Electronic Transaction) e forme di pagamento

Formalizzato nel 1997, il protocollo SET è dovuto alla collaborazione di varie aziende del settore (Microsoft, IBM, Netscape, RSA, GTE, VISA, Mastercard, e altre) con l’obiettivo di rendere sicuri al massimo i pagamenti in rete con carte di credito.

Risorse per sviluppo: