Personalizzare la visualizzazione della Tassonomia con il Views: La vista Taxonomy_terms

La visualizzazione della tassonomia può essere modificata in vari modi. Oggi vediamo cosa permette di fare il modulo view ed andremo a creare un esempio di visualizzazione della tassonomia.
 
Nel views è gia presente la vista "taxonomy_term" che serve al nostro scopo; andiamo a configurarla:
 
1) Abilitare taxonomy_term e cliccare su Modifica;
2) Selezionare il tab [[Page]] (sotto al tab Default) nella colonna di sinistra;
3) In Basic settings impostare lo stile desiderato ed abilitare Ajax;
4) In Page settings inserire come path il nome che si vuole es. miavista
5) In Arguments selezionare Taxonomy: Term ID (with depth) e cambiare solo i seguenti parametri lasciando inalterati tutti gli altri:
- Action to take if argument is not present > Provide default argument
- Default argument type > Fixed entry
- Default argument > ID del termine (il paramentro che passa l'argomento alla vista)
- Validator > Taxonomy term
- Vocabularies > selezionare il checkbox relativo al vocabolario/i dal quale si intende estrarre i campi (Fields) voluti
- Depth > -10
- Spuntare "Allow multiple terms per argument" e "Set the breadcrumb for the term parents";
6) In Field inserire Node: Title
 
Siamo ormai alla fine. Clicchiamo su "Update default Display" e salvare: la vista "taxonomy_term" è pronta all'uso!
Se necessario la si può clonare e chiamare ad es. mio_taxonomy_term in modo da mantenere inalterata quella di default.
Il risultato è una pagina con url http://www.miosito.com/miavista con (in questo caso) l'elenco dei titoli dei nodi presenti nella categoria.
Ognuno può personalizzare la vista secondo i propri gusti e le proprie esigenze anche inserendo la view in un [[Panel]].
 
.
Drupal: 

Ti potrebbero anche interessare:

Nuovo Algoritmo di Google che vede oggetti nei video e nelle immagini

Google si fa gli occhi.

Si chiama Automatic Large Scale Video Object Recognition (Riconoscimento automatico su larga scala di oggetti video) il nuovissimo algoritmo gia brevettato da Google che avrebbe l'incredibile capacità di poter leggere direttamente nei video e nelle immagini.

Blog: 

Creare un sito multilingua in Drupal

[toc]

Descrizione

In questa guida viene spiegato come realizzare un [[sito]] sviluppato in Drupal che abbia come target principale utenti che parlano l'italiano, con contenuti tradotti anche in inglese ed in spagnolo.
L'articolo presuppone che abbiate già installato Drupal 6.x, localizzato in lingua italiana.
Il procedimento che seguiremo è il seguente:
  • Installiamo le traduzioni di Drupal
Drupal: 

Formati di input in Drupal: Configurazione

I formati di input in Drupal definiscono un modo di processare il testo generato dall'utente.
Ogni filtro è progettato per compiere un compito preciso, e generalmente rimuove o aggiunge elementi al testo prima che esso venga visualizzato.
Drupal di base offre due formati di input "Filtered Html" e "Full Html" e
Drupal: 

Internet Marketing per principianti: Come muovere i primi passi

Una delle domande più comuni di chi si avvicina per la prima volta all’Internet Marketing è quella di capire come creare passo passo il proprio business online: ci si avvicina incuriositi ma la quantità di informazioni disponibili rischia di generare confusione e sfiducia per chi non ha ancora un sito web, per chi non sa nemmeno cosa sia un dominio o un hosting, per chi non sa nemmeno da dove cominciare per crearsi un articolo, una mailing list, una lettera di vendita e così via.

Internet Marketing: 

Codice a sostituzione: Il codice di Cesare

Il famoso codice di Cesare è un classico esempio di codice a sostituzione mediante trasposizione di lettera: ciascuna lettera viene sostituita con quella ottenuta spostandola di un certo numero di posti (circolarmente) nella sequenza alfabetica. In origine il fattore di trasposizione era 3, ma una forma generalizzata può prevedere un fattore compreso tra 1 e 25 (per il moderno alfabeto di 26 lettere).

Risorse per sviluppo: