Drupal: Immagini personalizzate per la pubblicazione di post su Facebook

Quando si creano pagine web, una delle necessità sempre più pressanti è quella di condividerla e pubblicarla sui principali canali sociali disponibili, come Googl+, Facebook, Twitter e tutti gli altri.
 
Con riferimento specifico alla condivisione su facebook, lasciando il compito a drupal e facebook non si esce sempre soddisfatti: spesso infatti accade che l'immagine di anteprima del nostro articolo non sia quella desiderata oppure faccia riferimento a qualche banner completamente fuori tema sul nostro sito web.
 
Sappiamo bene infatti, che ogni autore che si rispetti, soprattutto quando si tratti di siti noti e con molte visite, non può e deve sottovalutare questo aspetto: un errore del genere può influire su diversi aspetti tra cui, uno importante, è il click in meno che potrà arrivar verso il nostro articolo.
 
Per ovviare a tale errore, quando usiamo drupal per la pubblicazione dei nostri articoli, abbiamo due possibili soluzioni: una manuale, intervenendo direttamente sul file page.tpl del nostro tema, l'altra più automatica, installando un apposito modulo esterno.
 

1. Inserire immagini personalizzate su facebook tramite modifica del file page.tpl

Per chi preferisse non appesantire drupal di un modulo di cui si potrebbe comunque fare a meno, questa è la procedura per integrare gli open graph direttamente all'interno del nostro tema intervenendo sul file page.tpl.php che troveremo nel seguente percorso dopo l'accesso alla cartella sul server tramite il nostro client ftp: nomesito/sites/all/themes/miotema/page.tpl.php
 
Il file page.tpl va scaricato e modificato tramite l'editor che usiamo abitualmente. Il file è in php.
 
La prima cosa da fare è individuare i tag "head" sia di apertura che di chiusura (quindi la parte racchiusa tra <head> e </head>). Tra i due tag dobbiamo aggiungere questo pezzo di codice:
<meta property="og:image" content="http://percorsoallanostraimmagine/immagine.jpg" />
Ovviamente questa stringa di codice deve rimanere identica se non per la parte che inizia con content. All'interno infatti delle virgolette andremo ad inserire il percorso in cui abbiamo collocato la nostra immagine. Es. Un percorso che in genere si utilizza per la collocazione delle immagini del sito è sites/default/file/images/miafoto.png.
 
Altra cosa da tenere a mente è la dimensione dell'immagine. Infatti essa deve avere una misura pari a 97px X 114px. Immagini più grandi verranno ridimensionate automaticamente, ma il consiglio è quello di ridurle alla misura esatta per evitare spiacevoli risultati.
 
Dopo aver inserito la stringa di codice e l'immagine, salviamo le modifiche fatte sul file page.tpl e ricarichiamolo nella stessa locazione da cui l'abbiamo scaricato in locale. Dopo aver fatto ciò, svuotiamo la cache di drupal ed infine condividiamo il nostro articolo su facebook per ottenere il risultato voluto.

2. Usare il modulo Open Graph: Come installare e configurare Open Graph Meta Tags

Per chi invece preferisse non osare la procedura appena descritta, è disponibile il modulo "Open Graph Meta Tags" disponibile sia per Drupal 6 che per la versione 7. Ricordiamo tuttavia che anche l'utilizzo del modulo richiede un piccolo intervento al codice per il suo funzionamento.
 
Una volta scaricato il modulo da drupal.org seguendo il link riportato, possiamo andarlo a caricare nella solita cartella dei moduli (sites/all/modules) e poi attivarlo, spuntando la casellina accanto al nome del modulo, nell'apposita sezione moduli di drupal.
 
open graph meta tags
 
E' il momento ora di intervenire sul solito file page.tpl del nostro tema:
Aprima il file con l'edito ed individuiamo il primo tag di apertura del file, ossia il tag <html> per inserirci questa stringa:
 

xmlns:og="http://opengraphprotocol.org/schema/"

Più precisamente:
...
</html>
Salviamo il file e svuotiamo la cache come descritto nel punto 1 di questo articolo. 
 
Ora possiamo andare a configurare il modulo nell'apposita sezione amministrativa (http://ilvostrosito.it/admin/config/content/opengraph_meta)
 
Entrati nell'interfaccia di configurazione del modulo Open Graph, abbiamo diverse opzioni di scelta:
  • innanzitutto possiamo scegliere su quali tipi di contenuto permettere la modifica dei meta open graph (ad esempio possiamo selezionare che esso sia presente solo sul tipo di contenuto blog e non su altri).
  • Inseriamo il titolo, il nome del sito
In terzo luogo possiamo scegliere un immagine personalizzata specificando il percorso in cui si trova alla voce "Fallback Image". Tuttavia urge una precisazione.
 
Inserendo un immagine qui tutti i post che andremo a pubblicare avranno la stessa immagine, cosa di per se non sempre corretta in quanto nella maggior parte dei casi l'esigenza è quella di avere un immagine personalizzata per ogni articolo che stiamo andando a pubblicare. La soluzione è quella di ignorare questo campo e salvare. Quando poi entreremo nel tipo di contenuto su cui abbiamo abilitato il modulo, quindi andiamo a creare il contenuto vero e proprio, le immagini inserite all'interno del corpo dell'articolo potranno essere selezionate come immagini d'anteprima per la condivisione su facebook come si può vedere nell'immagine sottostante:
 

 

Ti potrebbero anche interessare:

Cifrario basato su macchinario e cifrario di Atbash

Il primo esempio di cifratura basata su un ‘macchinario’ si può far risalire ad una testimonianza tra il 360 e il 390 dovuta ad Enea il tattico, generale della lega arcadica, in un trattato di cifre il cui XXI capitolo tratta appunto di messaggi segreti. In questo viene descritto un disco sulla zona esterna del quale erano contenuti 24 fori, ciascuno corrispondente ad una lettera dell'alfabeto.

Risorse per sviluppo: