Drupal - Guida FCKeditor italiano: Installazione e Configurazione

[toc]

Come installare fckeditor e ckeditor italiano in drupal: 

Scaricare il modulo drupal da www.drupal.org/project/fckeditor e lo script da www.fckeditor.net/download
Scompattare il modulo drupal in sites/all/modules e in modules/fckeditor/fckeditor copiare il contenuto della cartella fckeditor dello script.
A questo punto attivare il modulo e assegnare i permessi di usare fckeditor ai ruoli utente desiderati.

Come configurare FCK Editor / CK Editor in Drupal:

Andare in amministra/configurazione del sito/fckeditor/profili per creare nuovi profili utente o modificare quelli esistenti al fine di assegnare diversi tipi di barre degli strumenti a diversi ruoli utente e i percorsi dove visualizzare o meno l'FCKeditor.
Ad esempio, creiamo un nuovo profilo utente per il webmaster:
  • In "Basic setup" diamo il nome "webmaster" al nuovo profilo e sotto spuntiamo il ruolo (in questo caso webmater) a cui vogliamo permettere l'uso di questo profilo. Poi scegliamo se consentire o meno a questo ruolo di modificare l'aspetto dell'FCKeditor dal proprio profilo utente.
    Ricorda che il ruolo a cui assegnare il profilo FCKeditor deve essere stato precedentemente creato in amministra/gestione utente/ruoli.
  • In "Security" scegliamo quali filtri di sicurezza usare e alla voce "Security settings" spuntare se usare sempre questi filtri o solo quando FCKeditor è impostato per avviarsi automaticamente.
  • In "Visibility settings" scegliere in quali campi o percorsi permettere l'utilizzo dell'FCKeditor altrimenti saranno valide le impostazioni di base che si trovano in "Global Settings" e che sono valide per tutti i profili.
  • In "Editor appearance" scegliamo come deve essere l'aspetto del nostro FCKeditor e quindi anche il tipo di barra degli strumenti da utilizzare (per il ruolo webmaster consiglio "Default" perchè già molto completa).
  • In "Cleanup and output" possiamo scegliere i formati del carattere e i tag da usare quando viene cliccato il tasto "invio" o i tasti "shift + invio".
  • In "Css" possiamo scegliere quale stile css usare nell'area dell'editor.
  • In "Files browser settings" possiamo scegliere se utilizzare o meno un "file browser" per esplorare i files contenuti sul server e aggiungerli come links, immagini o formato flash.
N.B. 
In questa guida si è tenuto conto che si avesse impostato come formato di input "full html" per tutti gli utenti o che comunque venisse scelto tale formato durante la creazione del testo.
Se si ha la necessità di far utilizzare il formato di input "filtered html" ad alcuni ruoli utente, è necessario configurare questo formato in amministra/configurazione del sito/formati di input; altrimenti alcuni tag html potrebbero non funzionare in FCKeditor perchè non consentiti. Per maggiori informazioni riferirsi alla guida Formati di input: Configurazione.
É possibile personalizzare tutte le barre degli strumenti di FCKeditor editando il file fckeditor.config.js che si trova nella cartella fckeditor. Per maggiori informazioni riferirsi alla guida :
 
 
 

Ti potrebbero anche interessare:

Come creare velocemente un business online

Molte persone mi chiedono quali sono le fasi necessarie per creare velocemente un business online. La risposta è sorprendentemente semplice. O meglio: semplice si ma il "velocemente" potrebbe non esser per tutti. Qualsiasi attività o lavoro online difficilmente riesce a portare le soddisfazioni volute in poco tempo. Ma questa appunto è una variabile che dipende per lo più dal tuo grado di conoscenze e passioni iniziali.

Internet Marketing: 

La moderna crittografia a chiave asimmetrica

Più di recente è stato proposto un approccio alternativo che risolve brillantemente i limiti della crittografia a chiave segreta. Esso si basa sull’uso non di una singola chiave, bensì di coppie di chiavi: ciascuna coppia è costituita da una chiave pubblica (Kp), normalmente utilizzata per cifrare, e da una chiave privata o segreta (Ks) normalmente utilizzata per decifrare. 

Risorse per sviluppo: 

Codici medioevali e il disco cifrante

Nel medioevo i cifrari sono soprattutto monografici: nomi e frasi convenzionali vengono sostituiti da simboli speciali. Un altro noto cifrario basato su un macchinario fu il disco cifrante dovuto al famoso architetto L.B.Alberti: il disco era composto di due cerchi cifranti concentrici, uno esterno fisso con 24 caselle contenenti 20 lettere latine maiuscole (inclusa la Z, con U=V ed escluse H J K W Y) ed i numeri 1 2 3 4 per il testo in chiaro; ed uno interno mobile, con le 24 lettere latine minuscole per il testo cifrato.

Risorse per sviluppo: