Creare un blog con Drupal

Procedura guidata alla creazione di un semplice blog con Drupal.

Descrizione

In questo guida vedremo come è possibile realizzare un blog usando Drupal. Un tipico blog presenta alcune caratteristiche fondamentali:
  • Mostra i post in ordine cronologico inverso (l’ultimo pubblicato è il primo della lista)
  • Commentare ogni singolo post, lasciando o meno il proprio nome, l'indirizzo e-mail, l’avatar e l'URL del proprio sito web.
  • Mostrare un'immagine che riporta caratteri alfanumerici che devono essere inseriti dall'utente che intende postare un commento. Questa pratica si chiama CAPTCHA ed è molto efficace per prevenire commenti di spam inseriti in modo automatico
  • Mostrare un indirizzo di trackback in calce al post ovvero quando un altro blogger scrive un post mettendo un link ad un post presente sul nostro sito, in modo automatico la sua piattaforma di blogging segnala alla nostra che vi è un link verso quel post.
  • Suddividere i post in categorie ed in genere viene scelta una sola categoria per ogni post. E' possibile navigare il blog secondo una tassonomia per categorie.
  • Usare un meccanismo chiamato tagging, basato sull'assegnare alcune parole chiave al post, correlate al suo contenuto. I tagging vengono poi elencati in una tag cloud in cui è possibile sfogliare i post del blog in base alle parole chiave.
  • Archiviare i post e possibile accedere ad un archivio per data
  • Caricare immagini sul server per mostrarle all'interno del post

Requisiti

Sito web sviluppato con Drupal 6.x con i seguenti moduli:
  • moduli del Core di Drupal: Blog, Comment, Menu, Path, Search, Statistics, Taxonomy, Tracker
  • moduli aggiuntivi che dovremo scaricare dal web: CAPTCHA, Trackback, Tagadelic, Views, Image, Image Assist e FCKeditor (vedi guida altrimenti non funziona)
I  moduli aggiuntivi vanno scaricati dal web ed installati (scompattarli nella cartella del sito sites/all/modules). Attiviamo poi i moduli: "Amministra" >> "Struttura del sito" >> Moduli e clicchiamo tutti i moduli sopracitati (più image Captcha) ed infine "Salva configurazione".
 
 

Commenti

Iniziamo a scrivere un post del blog, andando sul link "Crea contenuto" e selezionando la voce "Messaggio del blog". Inseriamo il titolo, il corpo del messaggio e clicchiamo “Save”. Come possiamo notare, in fondo al post compare il link "Aggiungi un commento".
Selezionando questa voce viene mostrata una form che permette l'inserimento di un nuovo commento al post in questione, ma solo agli utenti registrati. Volendo dare la possibilità di commentare anche agli utenti non registrati al sito possiamo accedere al menu di amministrazione e selezionare "Gestione utenti", quindi "Permissions". Scorrere fino alla sezione "modulo comment" ed attivare la possibilità di accedere ed inserire commenti anche agli utenti non registrati.
 
 
Possiamo prendere in considerazione la possibilità di moderare i commenti degli utenti non registrati. Per implementare questa caratteristica utilizzeremo il modulo Captcha.
 
 
 
Ora apriamo il menu Gestione utenti e selezioniamo la voce Captcha. Qui possiamo configurare dove vogliamo fare apparire i captcha. Per il nostro blog selezioniamo la voce "comment_form" ed indichiamo il modulo "Math" e clicchiamo "Save". Come possiamo verificare, quando un utente non registrato decide di scrivere un commento viene mostrata una form in cui va inserito il risultato di una operazione matematica molto semplice.
 
 
Per espandere le possibilità di Captcha ed introdurre altre immagini oltre alle operazioni matematiche, si veda il modulo Captcha Pack.
 

Trackbag

Risolto il problema dei commenti, vediamo come gestire i trackback; apriamo il menu "Gestione contenuti" e selezioniamo la voce Trackbacks.

 
La pagina che compare permette di gestire i trackback ricevuti. Selezioniamo il tab "Impostazioni", da cui possiamo attivare l'autodetect dei link che accettano trackback, abilitare la moderazione dei trackback ricevuti, settare se rifiutare i trackback monodirezionali, ovvero generati da una pagina senza link al vostro sito; infine abbiamo la possibilità di decidere dove mostrare i trackback ricevuti: in fondo al post, in un block oppure in una pagina separata. A questo punto possiamo provare a scrivere un post del blog e compilare la sezione Trackbacks, dove possiamo inserire i link verso cui inviare un trackback.
 
 

Categorie

Dal menu di amministratore selezionare la voce "Gestione contenuti", quindi Taxonomy. Selezionare il tab "Aggiungi vocabolario" e compilare i campi come segue:
  • Nome: Categoria
  • Descrizione: La categoria di ogni singolo post
  • Tipo di contenuto: Messaggio del blog
Segnare la checkbox "Richiesto" e opzionalmente "Selezione multipla", quindi cliccare "Save". Aggiungiamo le categorie che desideriamo associare ai nostri contenuti cliccando il link "aggiungi termini".

Tagging

Creiamo una nuova tassonomia chiamata Tag, nello stesso modo in cui abbiamo creato le categorie. In questo caso però selezioniamo anche la checkbox Tags.
 
 
A questo punto proviamo a creare un nuovo post: subito dopo la form in cui possiamo inserire il titolo avremo un box chiamato Vocabularies dove sceglieremo categoria e tag del post. Generare una tag cloud è molto semplice usando il modulo Tagadelic. Nel menu "Configurazione del sito" troviamo ‘Tagedelic configuration', che ci permette di settare alcune preferenze.
Lasciamo le impostazioni così come sono indicate per visualizzare i tag per nome. Apriamo il menu "Struttura del sito" e clicchiamo Blocchi. Troviamo il blocco "Tags in tag" ed assegnamolo alla sidebar sinistra, quindi clicchiamo "Salva blocchi".

Archivio per data

Per mostrare un archivio per data dei post scritti nel blog usiamo il modulo Views. Attivare i moduli Views e Views UI, quindi cliccare "Salva configurazione".
 
 
Ora accedere al menu "Struttura del sito", dove troviamo la voce "Views". Notiamo che esiste una lista di funzioni predefinite. Abilitiamo il primo, "archive", cliccando il link "Enable". Ora clicchiamo il menu Struttura del sito e la voce Menu. Selezioniamo il menu Navigation e clicchiamo "Aggiungi voce". Come Path indichiamo "archive" e come "Menu link title" indichiamo "Archivio per data". Salviamo e noteremo che nel menu di admin è presente la voce "Archivio per data" che elenca i post scritti raggruppandoli per mese.
 
 

Immagini

Vediamo come installare un editor che gestisce l'upload di immagini in modo che caricare immagini in un post sia il più semplice possibile; useremo i moduli FCKeditor, Image ed Image Assist.
Ora proviamo a scrivere un nuovo post e possiamo notare che è stato inserito l'editor WYSIWYG al posto del campo di testo che avevamo a disposizione in precedenza.
 
 
Oltre a questo, la piccola immagine che raffigura una foto ed un "+" permette di effettuare l'upload di immagini ed inserirle direttamente nel post.
 
Drupal: 

Ti potrebbero anche interessare:

Nuovo Algoritmo di Google che vede oggetti nei video e nelle immagini

Google si fa gli occhi.

Si chiama Automatic Large Scale Video Object Recognition (Riconoscimento automatico su larga scala di oggetti video) il nuovissimo algoritmo gia brevettato da Google che avrebbe l'incredibile capacità di poter leggere direttamente nei video e nelle immagini.

Blog: 

Creare un sito multilingua in Drupal

[toc]

Descrizione

In questa guida viene spiegato come realizzare un [[sito]] sviluppato in Drupal che abbia come target principale utenti che parlano l'italiano, con contenuti tradotti anche in inglese ed in spagnolo.
L'articolo presuppone che abbiate già installato Drupal 6.x, localizzato in lingua italiana.
Il procedimento che seguiremo è il seguente:
  • Installiamo le traduzioni di Drupal
Drupal: 

Formati di input in Drupal: Configurazione

I formati di input in Drupal definiscono un modo di processare il testo generato dall'utente.
Ogni filtro è progettato per compiere un compito preciso, e generalmente rimuove o aggiunge elementi al testo prima che esso venga visualizzato.
Drupal di base offre due formati di input "Filtered Html" e "Full Html" e
Drupal: 

Internet Marketing per principianti: Come muovere i primi passi

Una delle domande più comuni di chi si avvicina per la prima volta all’Internet Marketing è quella di capire come creare passo passo il proprio business online: ci si avvicina incuriositi ma la quantità di informazioni disponibili rischia di generare confusione e sfiducia per chi non ha ancora un sito web, per chi non sa nemmeno cosa sia un dominio o un hosting, per chi non sa nemmeno da dove cominciare per crearsi un articolo, una mailing list, una lettera di vendita e così via.

Internet Marketing: 

Codice a sostituzione: Il codice di Cesare

Il famoso codice di Cesare è un classico esempio di codice a sostituzione mediante trasposizione di lettera: ciascuna lettera viene sostituita con quella ottenuta spostandola di un certo numero di posti (circolarmente) nella sequenza alfabetica. In origine il fattore di trasposizione era 3, ma una forma generalizzata può prevedere un fattore compreso tra 1 e 25 (per il moderno alfabeto di 26 lettere).

Risorse per sviluppo: